E R I K
Crowdfunding per il teatro di Sri Aurobindo



Come posso effettuare una donazione al Progetto Erik?

Ad oggi sono previsti due metodi:

- tramite bonifico (utilizzando i seguenti dati):
IBAN: IT07K0760114000001041073386
Intestatario conto: Centro studi e ricerche Freya, Via vecchia palaiese, 2 - 56025 Pontedera (PI)
Causale: Donazione Progetto Erik

- tramite bollettino postale (in bianco, da compilare inserendo i seguenti dati):
Conto corrente postale: 1041073386
Intestatario conto: Centro studi e ricerche Freya
Causale: Donazione Progetto Erik

N.B.: Al fine di poter "associare" il donatore alla donazione, dovreste inviarci una mail all'indirizzo:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Sono previste ricompense per i donatori?

Si! La lista completa si trova qui.



Quanto è stato raccolto fino ad adesso?

La rendicontazione dettagliata si trova qui.



Per tutte le informazioni su questo eccezionale progetto continuate la lettura della pagina.





Mère e Sri Aurobindo rappresentano una Rivoluzione planetaria, un radicale sovvertimento dell’attuale Sistema ormai decrepito. Pertanto, aspettarsi che le istituzioni rappresentanti del vecchio Sistema si facciano portavoce di tale Rivoluzione (che segnerà la loro fine), sarebbe a un tempo chimerico e pernicioso. Il mondo economico e finanziario, al pari di quello politico, religioso e perfino culturale, è aggrappato al Vecchio sempre più agonizzante, che ha da essere soppiantato per fare spazio al Nuovo in gestazione. Occorre far leva su realtà sinceramente motivate, avulse dalla logica mercantile e libere da ogni asservimento ai decadenti meccanismi di potere.

Riteniamo che i tempi siano finalmente maturi per mettere in scena le sublimi drammaturgie di Sri Aurobindo, avviando una raccolta fondi mediante il sistema di finanziamento collettivo (crowdfunding, per usare il termine inglese più diffuso) tramite conto corrente. Finora, nel mondo, nessuna delle cinque drammaturgie di Sri Aurobindo è mai stata rappresentata a livello professionale — è giunto il tempo di colmare la lacuna!

La campagna di finanziamento collettivo che ora lanciamo, ha lo scopo di allestire uno spettacolo della più alta qualità artistica e tecnica, avvalendosi dell’apporto creativo di validi teatranti. L’opera scelta è Erik, ultima delle drammaturgie di Sri Aurobindo, composta a Pondicherry tra il 1910 e il 1920 (pubblicata postuma, nel 1960).

Per rendere realizzabile un simile progetto, è stata fondata l’associazione no-profit FREYA Centro studi e ricerche: oltre a gestire la racconta fondi, avrà cura di tenervi informati sugli sviluppi del progetto, fornire ai donatori alcune gratifiche, organizzare eventi culturali (conferenze e approfondimenti) propedeutici alla rappresentazione teatrale, rendicontare in modo trasparente la realizzazione del progetto, dimostrando che esso viene portato a compimento utilizzando l’intero ammontare raccolto. È stata allo scopo realizzata una apposita piattaforma web — www.eric.theater — che il Centro studi e ricerche FREYA ha, tra le altre cose, il compito di tenere aggiornata.

Abbiamo inoltre realizzato un video di presentazione di questa campagna di crouwdfunding, al seguente indirizzo: https://youtu.be/EM94jHS439E

Ogni donazione sarà fondamentale per il successo di questo progetto. Un progetto nostro, che vorremmo diventasse anche vostro. A tempo debito, pubblicheremo un libretto di presentazione con l’elenco di tutti voi, unici finanziatori della produzione teatrale. Tale elenco figurerà pure nel sito web suddetto e contempla 4 livelli:

  • sostenitori base: da 5 a 110 euro;
  • donatori medi: da 111 a 499 euro;
  • donatori over: da 500 a 5000 euro;
  • donatori super: oltre 5000 euro.

Facciamo appello a voi, chiedendo di effettuare una donazione. Confidando sul fatto che premierete la scelta di non rivolgerci a chi è spinto da interessi di lucro.

Tutti i donatori avranno diritto a ritirare gratuitamente una copia del libretto di presentazione. Inoltre, comparativamente all’offerta fatta, sarà nostra cura offrire tutta una serie di espressioni di riconoscenza: biglietti gratuiti, locandina firmata dagli attori, testo in omaggio con dedica da parte del regista-traduttore, e altro ancora (per maggiori informazioni, visita questa pagina).

Nella più piena sintonia con lo spirito di Mère e Sri Aurobindo, sarete voi, sostenitori autentici e sinceri, gli unici finanziatori di questo attesissimo evento.

Alcune caratteristiche salienti della rappresentazione:

  • attori di accertata bravura;
  • scenografia affidata a un autentico artista scenico;
  • costumi disegnati da un artista e confezionati da una sartoria specializzata;
  • musiche di scena appositamente realizzate da un compositore di valore.

Nel creare un’opera di alto pregio artistico, sarebbe nostra intenzione allestire contemporaneamente due diverse versioni dello spettacolo, una nell’originale inglese e una nella traduzione italiana pubblicata nel 2009. Il debutto avverrà in Italia (a dispetto dell’attuale aberrazione, l’Italia resta la patria dell’arte), dopodiché avrà inizio il tour.

Il progetto è suddiviso in quattro distinte fasi temporali:

  1. 9 marzo 2018: inizio raccolta fondi.
  2. 2018: selezione artisti e contestuale realizzazione di musiche, costumi, scenografia.
  3. 2019: prove teatrali.
  4. 2020: debutto (previsto per il 24 aprile) e successivo tour.

Il 24 aprile 2020, giorno della prima assoluta, come molti di voi ben sanno si festeggia il Centenario del ritorno definitivo di Mère a fianco di Sri Aurobindo. Evento che vogliamo celebrare insieme a voi in spirito di festa (nel giorno dedicato alla Madre Divina Freya: venerdì, norvegese Fredag, tedesco Freitag, inglese Friday)!

In conclusione, attendiamo da voi suggerimenti e segnalazioni; sono benvenuti coloro che intendono dare una mano concreta. Contiamo di potervi annoverare tra gli entusiasti sostenitori di questo meraviglioso progetto. Sono simili “piccoli gesti” a fare la differenza e a mettere in moto cambiamenti troppo a lungo disattesi.

A presto… E, mi raccomando: passate parola!

Leonardo Cellai
(Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)